Arena Civica

3 minuti a piedi (220m)

L’arena Civica di Milano, intitolata al giornalista e scrittore Gianni Brera, è oggi un impianto sportivo polifunzionale, ma quando fu inaugurata nel 1807 era stata progettata da Luigi Canonica come anfiteatro per le feste, le celebrazioni e gli spettacoli. L’anfiteatro è stato commissionato per colmare il vuoto lasciato dalle demolizioni delle fortificazioni spagnole ordinate da Napoleone Bonaparte che circondavano il nucleo rinascimentale del Castello Sforzesco.

L’impianto ha forma ellittica, con una lunghezza di 238 metri e una larghezza di 116, e poteva contenere fino a 30.000 spettatori, ovvero poco meno di un quarto dell’intera popolazione di Milano dell’epoca.

La struttura richiama quella dei templi greci ed è stata costruita interamente con le pietre ricavate dalla demolizione delle fortificazioni spagnole e del castello di Trezzo d’Adda.

Nell’ottocento l’Arena veniva allagata con l’acqua di un canale attiguo per ospitare le naumachie (battaglie navali) o veniva ghiacciata per il pattinaggio invernale, era anche scenario di corse di cavalli, spettacoli pirotecnici e circensi, o punto di partenza per ascensioni in pallone aerostatico.

Nel Novecento invece iniziò ad ospitare le squadre di calcio milanesi, soprattutto durante la seconda guerra mondiale, periodo in cui lo stadio di san siro era difficilmente raggiungibile dai tifosi per la penuria di energia indispensabile per il funzionamento dei tram che trasportavano gli spettatori.

Oggi ospita club di atletica, di rugby e della terza squadra di calcio milanese: il Brera.

https://www.fondoambiente.it/luoghi/palazzina-appiani

Area Civica - Studio Dentistico Bormida - Dentista Milano